Questo video devono vederlo tutti gli italiani, prima che lo censurino – Già 15.000 denunce contro il Governo per ISTIGAZIONE AL SUICIDIO !!

.

.

istigazione al suicidio

.

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

.

.

(RIPROPONIAMO QUESTO NOSTRO ARTICOLO DELL’ANNO SCORSO, MA SEMPRE ATTUALISSIMO)

 

Questo video devono vederlo tutti gli italiani, prima che lo censurino – Già 15.000 denunce contro il Governo per ISTIGAZIONE AL SUICIDIO !!

BISOGNA CONDIVIDERE QUESTO VIDEO CON TUTTI I PROPRI CONTATTI AFFINCHE’ TUTTI LO VEDANO E CONOSCANO QUESTA REALTA’!

Istigazione al suicidio è un reato previsto dall’articolo 580 del codice penale.

Milioni di cittadini italiani sono allo stremo, senza lavoro, con debiti, uno stato che non garantisce più nulla e chiede l’impossibile minacciando di sbatterli su un marciapiede con il suo intransigente esattore privato, debole coi forti e forte coi deboli.

Ad oggi sono state oltre 15.000 le querele depositate da cittadini italiani contro il Governo, solo nelle ultime due legislature: una clamorosa impennata di cui i media principali non parlano per non far scaturire ulteriori denunce. Ne parla solo il TG di una nota emittente TV pugliese come si vede in questo servizio.

I magistrati ora devono passare in rassegna tutte le denunce e, se ci saranno i requisiti, dovranno aprire le indagini.

 

 

L’istigazione al suicidio è un reato. Si può trovare nell’articolo 580 del codice penale. Per questo tutti gli italiani che si trovano allo stremo, per le varie problematiche che negli anni stanno aumentando, si sono scagliati contro lo stato. Precari, disoccupati, esodati e tutti coloro che si trovano a vivere giorno per giorno non vedendo un futuro si sono scagliati contro questo stato che non riesce a garantire più nulla, ma richiede a tutti l’impossibile, sbattendo per strada chi non riesce a pagare un debito, che non è stato creato da lui.

In questo momento le querele contro il governo hanno superato le 15mila e sono state depositate, questa è una grandissima impennata, ma i TG nazionali non ne hanno mai parlato. Quale sarà il motivo? L’unico TG che ha menzionato questa notizia è quello di una nota emittente pugliese. Guardando questo video capirete meglio di cosa stiamo parlando. I magistrati passeranno in rassegna tutte le querele per vedere se vi sono i requisiti per iniziare un’indagine.

Questo video hanno provato a censurarlo più volte, ma noi lo ricondividiamo…

CONDIVIDILO ANCHE TU, OVUNQUE, FALLO GIRARE IL PIU’ POSSIBILE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*