Ecco la nostra CASTA – Stanno in Parlamento senza fare un cazzo o quasi, ma ogni ora si mettono in tasca 122 Euro – Proprio non Vi sentite presi per il culo?

.

.

Parlamento

.

.

SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti

 

.

.

Ecco la nostra CASTA – Stanno in Parlamento senza fare un cazzo o quasi, ma ogni ora si mettono in tasca 122 Euro – Proprio non Vi sentite presi per il culo?

 

Ogni parlamentare intasca 122 euro all’ora: “Stipendio sproporzionato”

E’ uno dei temi più sentiti dai cittadini, e argomento principe nelle polemiche sulla “casta”. Negli ultimi anni ci sono stati alcuni tagli sugli stipendi dei deputati, ma la “paga” secondo molti è ancora sproporzionata“

La Stampa ha fatto i conti in tasca ai deputati. E’ uno dei temi più sentiti dai cittadini, e argomento principe nelle polemiche sulla “casta”.  Negli ultimi anni ci sono stati alcuni tagli sugli stipendi dei deputati, sia per quel che concerne la parte fissa dell’indennità sia sul versante dei rimborsi spese e dei benefit.

Nonostante tutto per ogni ora “lavorata” in Aula ogni parlamentare in media ha percepito 122 euro. Certo, non vengono conteggiate le ore in commissione e le ore trascorse “sul territorio”, ma resta uno stipendio sproporzionato rispetto alle altre professioni: un dirigente di azienda mediamente porta a casa 195 euro lorde giornaliere.

“Il tema dell’indennità – dice al quotidiano torinese il parlamentare Pino Pisicchio – è uno degli argomenti offerti al ludibrio della pubblica opinione. Per verificare in maniera omogenea i dati – riprende Pisicchio – è indispensabile confrontare le sedute. Con la presidenza di Napolitano, ad esempio – continua Pisicchio con i dati alla mano forniti dal servizio della Camera – le sedute sono state 13,39 mentre con la presidenza Boldrini sono state 16,1. Di più: le ore di lavoro per seduta sono in questa legislatura 5,4 mentre nella XI erano 4,5″.

Il politologo Gianfranco Pasquino aggiunge: “Il tema non è solo quando lavorano – e comunque oggi i parlamentari lavorano molto di più rispetto agli anni della prima Repubblica – ma perché così spesso lavorano male. E questa non è colpa loro ma del fatto che chi dovrebbe organizzare il loro lavoro talvolta è inesperto”.

fonte: http://www.today.it/rassegna/paga-oraria-parlamentari.html

I commenti sono chiusi.